FANDOM


Conte dracula.jpg

La copertina francese dell'omonimo film

Il Conte Dracula è il vampiro per antonomasia, il non morto, che ha la necessità di nutrirsi del sangue degli esseri viventi. Egli è pertanto dotato di affilatissimi denti canini utili a mordere il collo delle sue vittime per succhiare il loro sangue.

Nel romanzo Modifica

Il conte Dracula compare per la prima volta nel romanzo di Bram Stoker (1897), all'inizio del quale accoglie il giovane avvocato Jonathan Harker nel suo castello, per compilare i documenti necessari all'acquisto di alcune proprietà sparse in varie zone di Londra, e dimostrandosi nei suoi confronti affabile, cordiale ed educato. Col passare dei giorni, Dracula tiene Harker in uno stato di prigionia nel suo castello, e l'avvocato, in un crescendo allucinato di orrori e agghiaccianti rivelazioni scoprirà la sua spaventosa identità, dopo aver rischiato di venire ucciso dalle mogli del vampiro (che quest'ultimo terrà a freno spiegando di avere ancora bisogno di Harker per i suoi affari, e promettendo di lasciarglielo a lavoro concluso).

Nel frattempo, con l'aiuto dei sui fedeli servitori zingari, il conte prepara il suo trasferimento a Londra, con l'intento di invadere l'Inghilterra e trasformarne gli abitanti in non morti al suo servizio. Lasciato Harker nel suo castello in balia delle mogli, Dracula si imbarca a Varna sulla nave Demeter, diretta a Whitby, e nel corso del viaggio, uccide tutti i membri dell'equipaggio meno il capitano che, protetto da un crocifisso, continuerà a guidare la nave morendo di stenti durante il viaggio. Giunta finalmente a Londra, la malvagia creatura comincia a manovrare Renfield, paziente del dottor John Seward, rinchiuso nel manicomio di Carfax, inviandogli piccoli animali (insetti, ragni ecc.) con i quali nutrirsi e promettendogli l'immortalità (ma che in seguito ucciderà, a causa di un suo tradimento) e nel contempo prende di mira Lucy Westenra, sposa di Arthur Holmwood, nobile amico del dottor Seward, recandosi da lei ogni notte e nutrendosi del suo sangue.

Castello conte.jpg

Il castello del conte

In seguito alle gravi condizioni della ragazza, il dottor Seward è costretto a chiamare il suo insegnante, il dottor Abraham Van Helsing, ma nemmeno l'intervento del dottore riuscirà a salvare la vita di Lucy, che morirà per poi risorgere come vampira e venire definitivamente uccisa da Arthur Holmwood. Scomparsa Lucy, Dracula si concentrerà questa volta su Mina Harker, moglie di Jonathan, che tenterà di trasformare in una vampira, come aveva fatto con Lucy, ma questa volta verrà apertamente ostacolato da Van Helsing, Harker, Holmwood, il dottor Seward e il loro amico Quincey P. Morris, che hanno scoperto il suo segreto e si sono organizzati per combatterlo. Sconfitto e privato di tutti i suoi nascondigli londinesi (che Van Helsing ha provveduto a "sterilizzare" con acqua santa e ostie consacrate), Dracula è costretto a fuggire e a far ritorno in Transilvania, ma verrà braccato da Van Helsing e i suoi compagni, decisi ad eliminarlo una volta per sempre. Impossibilitato a rifugiarsi nel suo castello (che Van Helsing ha sterilizzato), Dracula ingaggia una furiosa lotta con Van Helsing e i suoi amici, spalleggiato dai suoi zingari servitori e dai lupi, che lui può comandare mentalmente, ma verrà sconfitto e ucciso da Jonathan Harker e da Quincey Morris. Prima di morire, tuttavia riuscirà a stendere le labbra in un sorriso di sollievo.

Il pesonaggio, tuttavia comparirà più volte in storie o romanzi, scritti da un gran numero di autori di tutto il mondo, storie che possono essere considerate sequel del romanzo di Stoker (non ufficiali), appendici o anche storie alternative.

Apparizioni Modifica

  • Tramonto (Sundown: The Vampire in Retreat) (1990)

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale