Fandom

Horror Wiki

Nightmare: dal profondo della notte

309pagine in
questa wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi
Nightmare: dal profondo della notte
Nightmare1.jpg
Una scena del film
Titolo originale: A Nightmare on Elm Street
Lingua originale: {{{linguaoriginale}}}
Paese: Stati Uniti d'America
Anno: 1984
Durata: 91 min
Colore: colore
Audio: sonoro
Rapporto: 1.85:1
Genere: horror
Regia: Wes Craven
Soggetto: Wes Craven
Sceneggiatura: Wes Craven
Produttore: Robert Shaye
Produttore esecutivo: {{{produttoreesecutivo}}}
Produttore associato: {{{produttoreassociato}}}
Casa di produzione: {{{casaproduzione}}}
Distribuzione (Italia): {{{distribuzioneitalia}}}
Storyboard: {{{nomestoryboard}}}
Art director: {{{nomeartdirector}}}
Character design: {{{nomecharacterdesign}}}
Mecha design: {{{nomemechadesign}}}
Animatori: {{{nomeanimatore}}}
  • John Saxon: Ten. Thompson
  • Ronee Blakley: Marge Thompson
  • Heather Langenkamp: Nancy Thompson
  • Amanda Wyss: Tina Gray
  • Jsu Garcia: Rod Lane
  • Johnny Depp: Glen Lantz
  • Charles Fleischer: Dott. King
  • Joseph Whipp: Sergente Parker
  • Robert Englund: Freddy Krueger
  • Lin Shaye: Insegnante
  • Joe Unger: Sergente Garcia
  • Mimi Craven: Infermiera
  • Jack Shea: Ministro
  • Ed Call: Sig. Lantz
  • Sandy Lipton: Sig.ra Lantz
{{{nomedoppiatorioriginali}}}
  • Rino Bolognesi: Ten. Thompson
  • Angiola Baggi: Marge Thompson
  • Laura Boccanera: Nancy Thompson
  • Silvia Pepitoni: Tina Grey
  • Oreste Baldini: Rod Lane
Episodi:
Fotografia: Jacques Haitkin
Montaggio: Rick Shaine
Effetti speciali: Jim Doyle
Musiche: Charles Bernstein
Tema musicale: {{{temamusicale}}}
Scenografia: Gregg Fonseca
Costumi: Dana Lyman
Trucco: Kathryn Fenton, RaMona Fleetwood, David B. Miller
Sfondi: {{{nomesfondo}}}
{{{nomepremi}}}
Prequel: {{{nomeprequel}}}
Sequel: {{{nomesequel}}}
Si invita a seguire le linee guida del Progetto Film


Nightmare: dal profondo della notte (A Nightmare on Elm Street, 1984) è un film horror di Wes Craven, primo di una serie di film.

Il film divenne un vero e proprio cult negli anni ottanta, e il personaggio di Freddy Krueger è probabilmente uno dei cattivi più noti del cinema horror. Il film narra le vicende del pluriomicida Krueger, che pur defunto riusciva a tornare in vita attraverso i sogni (gli incubi, nightmares) delle sue vittime. Tra gli altri attori, vi recitò un giovanissimo Johnny Depp, al suo debutto sul grande schermo.

Wes Craven, una volta scritta la sceneggiatura del primo Nightmare, dovette aspettare tre anni prima che gli dessero il finanziamento per poter realizzare il film, ma non ottenne un grosso budget; infatti, la cifra preventivata era inferiore a quella della maggior parte delle produzioni americane. Ma grazie all'aiuto di Robert Shaye (presidente e fondatore della New Line Cinema), riuscì a realizzare il film con un budget di due milioni di dollari.

Nessuno avrebbe potuto immaginare che un film con un simile budget avrebbe incassato ben 26 milioni di dollari in poche settimane, tali da permettere di continuare la serie e rendere il film un vero cult degli anni ottanta.

Ma non fu merito solo del regista e della sceneggiatura se questo film, girato in sole quattro settimane, ha fatto tanto successo: Jack Pierce diede il suo aiuto con il trucco, ottenendo risultati eccelsi. Si doveva dare al personaggio l’aspetto di un uomo morto tra le fiamme, e Wes Craven insisteva perché Freddy mostrasse un'orribile dentatura e una bocca sformata quasi fino all'attaccatura delle orecchie. David D. Miller, responsabile del trucco, credeva impossibile realizzare un'idea simile su di un attore che avrebbe dovuto essere sempre presente sul set. Creò così dapprima un volto quasi normale, segnato in parte da terribili ustioni, e poi una testa trasformata praticamente in un teschio. Seguirono tre ulteriori bozzetti e cinque sculture, finché il regista non approvò quello che sarebbe stato il progetto definitivo.

Come in tutti i film di quel periodo, Nightmare gioca tutta la sua paura sulla suggestione: infatti, invece di mostrare Freddy alla piena luce del giorno, rischiando di mettere in evidenza i trucchi della sua maschera, Craven preferì sfruttare le ombre e lasciare spazio alla paura che viene dalla suspense e dall'immaginazione.

Trama Modifica

Tina Gray (Amanda Wyss), una teenager, ha degli incubi dove è perseguitata nell'oscurità da una misteriosa figura che indossa uno sporco maglione a strisce rosse e verdi, un cappello malridotto e un guanto con dei coltelli al posto delle unghie. Appena viene presa si sveglia urlando, e scopre che i quattro tagli che si era fatta nell'incubo ce li ha veramente. Il giorno dopo viene a sapere che la sua amica Nancy Thompson (Heather Langenkamp) ha avuto lo stesso incubo.

La notte successiva, Tina, Nancy e il suo ragazzo Glen Lantz (Johnny Depp) trascorrono la nottata insieme per far stare meglio Tina. Il ribelle ragazzo di Tina, Rod Lane (Nick Corri), si presenta senza essere stato invitato e va a letto con Tina. Tina ha, però, un altro incubo: in questo l'assassino la cattura e la uccide brutalmente. Quando Rod si sveglia trova il corpo di Tina tagliato da un coltello invisibile e gettato dal letto. Rod è ovviamente sospettato dell'omicidio e viene arrestato il giorno successivo.

In seguito Nancy fa di nuovo tre incubi violenti, uno a scuola, uno mentre fa il bagno e uno a letto dove viene insistentemente seguita e poi attaccata dalla stessa figura che ha aggredito Tina. Questi incubi la convincono a parlare con Rod in prigione, il quale le dice cosa ha visto nella camera da letto di Tina. Nancy comincia a credere sempre di più che la figura che appare nei suoi incubi sia il responsabile dell'assassinio di Tina, anche per la reazione della madre (Ronee Blakley). Nancy e uno scettico Glen vanno a notte inoltrata alla stazione di polizia per incontrare Rod, ma scoprono che è stato strangolato dal suo stesso lenzuolo. Per tutti (tranne Nancy) si tratta chiaramente di suicidio.

La madre di Nancy la porta in una clinica per la terapia dei sogni per farla dormire un po'. Ma Nancy ha un altro dei suoi incubi. Questa volta il suo braccio viene brutalmente tagliato ma riesce a portare qualcosa fuori dall'incubo: il cappello dell'assassino. Questa aumenta la sua preoccupazione, e comincia a sospettare che la madre stia nascondendo qualcosa.

Infatti la madre le rivela che il proprietario del cappello è Freddy Krueger (chiamato Fred Krueger in questo film e nel seguito Nightmare II: La rivincita), un assassino di bambini che fece almeno venti vittime. I furiosi genitori lo bruciarono vivo nella sua casa, dopo che fu rilasciato dalla prigione. Adesso sembra che stia manipolando i sogni dei loro figli per aver la sua vendetta. La madre di Nancy però la rassicura dicendo che non può uccidere nessuno dato che è morto.

Nancy escogita un piano insieme a Glen, per catturare Krueger, ma Glen si addormenta e viene ucciso. Nancy a questo punto affronta Krueger da sola e riesce a distruggerlo voltandogli le spalle e immaginando che non ci sia. Riesce così a togliergli tutta la sua energia... o così crede...

Note Modifica

Robert Englund ottenne la parte di Freddy Krueger dato il grande successo ottenuto per la sua parte nel film tv di fantascienza Visitors (1983).

Furono vagliate oltre 200 attrici per il ruolo di Nancy. Fra le altre furono scartate Jennifer Grey, Demi Moore, Courteney Cox e Tracey Gold.

Nei titoli di testa e coda, Freddy è ancora chiamato in modo più formale "Fred Krueger".

L'aspetto e il nome di Freddy Krueger derivano da due ricordi spiacevoli di gioventù del regista Wes Craven: il primo si basa sull'aspetto di un barbone che lo spaventò da piccolo mentre il nome è ripreso da quello di un bullo che lo tormentava da bambino.

Questo è stato il primo film prodotto dalla New Line Cinema, che ai tempi era solo una piccola compagnia indipendente, mentre ora è una delle più importanti case di produzione cinematografica di Hollywood.

Il film che Nancy sta guardando nella sua stanza è La casa di Sam Raimi.

Il Personaggio Freddy Krueger è vagamente ispirato al serial killer statunitense Albert Fish, entrambi anziani col cappello e assassini di bambini e depravati.

Durante la discussione tra Nancy e Glen, nella stanza della ragazza, si può vedere appeso al muro un poster del famoso gruppo musicale inglese The Police.

Nel film Scream, sempre diretto da Wes Craven, si può vedere il regista nei panni di un inserviente che indossa lo stesso maglione a righe di Freddy Krueger.

Il film ha incassato sorprendentemente ben 26 milioni di dollari sul mercato americano.

Nella pellicola Quel mostro di suocera si può chiaramente vedere una scena in cui Charlie sta guardando la TV assieme alla tormentante suocera Viola. Nell'apparecchio si riesce a vedere la scena in cui Freddy rincorre Tina.

In Italia esistono due versioni del film: una, quella più diffusa, è più corta di circa due minuti rispetto all'originale in quanto sono state tagliate le scene più violente; in particolare la scena dell'uccisione di Tina è quasi completamente tagliata. Le versione integrale, che comprende le scene censurate, è reperibile in DVD, dove tra l'altro si può notare l'assenza del doppiaggio negli spezzoni eliminati.

Una puntata dei Simpson dedicata allo special di halloween è ispirato al film, il bidello Willy viene lasciato ardere vivo dalle fiamme della caldaia dai genitori dei bambini di springfield, così lui minaccia di uccidere tutti i bambini nel sonno, dove non possono essere protetti da nessuno.

Sembra che la trama sia ispirata ad uno strano caso verificatosi realmente negli USA: un adolescente che soffriva spesso di incubi, pur di evitare di incorrere in tali situazioni smise di dormire arrivando a soffrire d'insonnia. Quando, finalmente, riuscì a prender sonno dopo vari notti insonnie, i suoi genitori lo presero in braccio per deporlo sul letto. Poco dopo, furono allarmati dalle urla del ragazzo e corsero sul posto: giusto in tempo per vederlo morire accasciandosi al pavimento.

Invece, negli extra del DVD, Craven racconta che l'ispirazione per il film gli è venuta da alcuni articoli di giornale che narravano di un gruppo di ragazzi cambogiani che soffrivano di incubi terribili dovuti, probabilmente, alla guerra. Erano ragazzi sani in generale ma si rifiutavano di dormire per evitare di avere quegli incubi. I ragazzi morirono per questo problema. Uno in particolare cadde addormentato e si svegliò di colpo urlando, quindi cadde a terra morto per un attacco di cuore.

L'unico momento in cui si vede la parola "Elm Street" è all'inizio e alla fine del film. Non viene neppure mai pronunciata.

Serie Modifica

Questo film ebbe sei sequel più un altro film con lo stesso protagonista ma slegato dalla serie:

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki casuale