FANDOM


Scream
Scream.jpg
Personaggio apparso anche nella parodia Scary Movie
Titolo originale: Scream
Lingua originale: {{{linguaoriginale}}}
Paese: Stati Uniti d'America
Anno: 1996
Durata: 111 min
Colore: colore
Audio: sonoro
Rapporto: {{{ratio}}}
Genere: slasher
Regia: Wes Craven
Soggetto: Kevin Williamson
Sceneggiatura: Kevin Williamson
Produttore: Cathy Konrad, Cary Woods
Produttore esecutivo: Marianne Maddalen, Bob Weinstein, Harvey Weinstein
Produttore associato: {{{produttoreassociato}}}
Casa di produzione: Dimension Films
Distribuzione (Italia): Vittorio Cecchi Gori
Storyboard: {{{nomestoryboard}}}
Art director: {{{nomeartdirector}}}
Character design: {{{nomecharacterdesign}}}
Mecha design: {{{nomemechadesign}}}
Animatori: {{{nomeanimatore}}}
  • Neve Campbell: Sidney Prescott
  • David Arquette: vicesceriffo Dwight "Linus" Riley
  • Courteney Cox: Gale Weathers
  • Skeet Ulrich: Billy Loomis
  • Rose McGowan: Tatum Riley
  • Matthew Lillard: Stuart Macher
  • Jamie Kennedy: Randy Meeks
  • W. Earl Brown: Kenneth Jones
  • Drew Barrymore: Casey Becker
  • Joseph Whipp: Sceriffo Burke
  • Lawrence Hecht: Neil Prescott
  • Roger Jackson: voce al telefono
  • David Booth: Mr. Becker
  • Liev Schreiber: Cotton Weary
  • Kevin Patrick Walls: Steven Orth
  • Henry Winkler: preside Himbry
{{{nomedoppiatorioriginali}}}
  • Laura Lenghi: Sidney Prescott
  • Oreste Baldini: vicesceriffo Dwight "Linus" Riley
  • Cinzia De Carolis: Gale Weathers
  • Nanni Baldini: Billy Loomis
  • Cristina Giachero: Tatum Riley
  • Marco Guadagno: Stuart Macher
  • Alberto Caneva: Randy Meeks
  • Paola Valentini: Casey Becker
  • Carlo Valli: voce al telefono
  • Sergio Di Giulio: preside Himbry
Episodi:
Fotografia: Mark Irwin
Montaggio: Patrick Lussier
Effetti speciali: Mark R. Byers
Musiche: Marco Beltrami
Tema musicale: {{{temamusicale}}}
Scenografia: Bruce Alan Miller
Costumi: Cynthia Bergstrom
Trucco: Karen Bradley, Lynn Marie Curreri, Melanie Levitt, Kris Ravetto, Christina Raye
Sfondi: {{{nomesfondo}}}
  • 1 MTV Movie Awards 1997: Miglior film
  • 3 Saturn Award: "miglior attrice" (Neve Campbell), "miglior film horror", "miglior sceneggiatore" (Kevin Williamson )
  • 2 Fantastic'Arts 1997: Gran Premio, Premio del pubblico
Prequel: {{{nomeprequel}}}
Sequel: {{{nomesequel}}}
Si invita a seguire le linee guida del Progetto Film


Scream è un film slasher del 1996 diretto da Wes Craven e scritto da Kevin Williamson.

Il film riprende le caratteristiche dei vecchi film horror (come Nightmare o Halloween, la notte delle streghe). In questo film possiamo ascoltare dei dialoghi che fanno della satira sui vecchi film horror. Il film fa parte di una trilogia: ad esso seguirono infatti Scream 2 e Scream 3. Fu un grande successo al botteghino e realizzò uno dei più alti incassi del 1996.

Il film ha come protagonista Sidney Prescott (Neve Campbell), che viene sconvolta (come tutto il resto della cittadina in cui vive) da alcuni brutali e misteriosi omicidi. Sembra che dietro tutto ci sia un ragazzo che indossa una maschera di Halloween (Ghostface), il cui personaggio è ispirato al vero serial killer Danny Rolling. Altri protagonisti del film sono:il vicesceriffo Dwight "Linus" Riley (David Arquette) e la giornalista Gale Weathers (Courteney Cox).

Trama Modifica

Casey Becker (Drew Barrymore) riceve una telefonata mentre è sola in casa. Il suo interlocutore, dalla voce cupa e misteriosa, inizia a terrorizzarla facendole capire che la conosce e che è molto più vicino di quanto lei pensi; la ragazza lo avverte che sta per arrivare il suo fidanzato, Steve. Quest'ultimo però è stato già aggredito e legato ad una sedia nella sua veranda. L'assassino dice a Casey che entrambi si salveranno solo se lei risponderà esattamente ad una domanda sui film horror. La ragazza purtroppo sbaglia la risposta, quindi Steve viene ucciso. Per lei c'è ancora un'altra possibilità: un'altra domanda, a cui però non se la sente di rispondere, perché sopraffatta dalla disperazione. Cerca di fuggire, ma viene presto raggiunta e uccisa a sua volta dall'assassino, che indossa una maschera rappresentante L'urlo di Munch. I genitori la ritrovano impiccata ad un albero.

La notte seguente il killer aggredisce Sidney Prescott, sola perché suo padre è partito per lavoro. Vuole ucciderla ma non riesce a raggiungere il suo scopo. Non appena egli fugge e sparisce ecco che appare il ragazzo della giovane, Billy, che nell'intento di abbracciarla e di rassicurarla fa cadere involontariamente un telefono cellulare dalla tasca. Sidney sospetta immediatamente di lui, così come la polizia giunta per soccorrerla, che infatti lo arresta.

Sidney si stabilisce per un po' a casa della sua amica Tatum Riley (Rose McGowan), sorella del vicesceriffo "Linus" (David Arquette). E proprio qui che riceve un'altra telefonata dall'assassino. Billy viene scarcerato perché dai tabulati telefonici non risulta che abbia chiamato a casa di Sidney e in più al momento della seconda chiamata si trovava in carcere.

Oltre allo stress dovuto alle ripetute minacce, Sidney deve subire anche gli "assalti" della giornalista Gale Weathers (Courteney Cox) che sostiene che il killer sia ancora in circolazione e che sia la stessa persona che ha ucciso sua madre quasi un anno prima. La donna ha scritto anche un libro a tal proposito. Sidney non le crede dato che aveva testimoniato contro un uomo, Cotton, che lei stessa aveva visto uscire dalla loro casa il giorno che la madre è morta. Costui è stato condannato e si trova molto vicino alla camera a gas. La scuola viene chiusa per motivi precauzionali (Sidney viene nuovamente aggredita nel bagno dell'edificio) e viene istituito un coprifuoco dalle 21.00. Rimasto solo nell'istituto,il preside Himbrid (Henry Winkler) viene ucciso dal killer nel suo ufficio. Ignari dell'accaduto, i ragazzi organizzano una festa a casa di Stuart Macher (Matthew Lillard), dato che i suoi genitori sono fuori. Partecipa al party anche un fanatico di film horror, Randy Meeks (Jamie Kennedy). La prima vittima della serata è Tatum, assassinata nel garage mentre è intenta a prendere delle birre per i suoi amici.

Nel frattempo Gale, alla ricerca di scoop, si reca anche lei nel luogo della festa, e, dopo aver fatto la gattamorta con il vicesceriffo Linus, riesce ad entrare in casa con lui e a nascondere una microcamera, che trasmette il segnale in leggera differita ad un furgoncino posizionato nel giardino. Intanto al party si fa vivo Billy che vuole parlare da solo con Sidney. I due si appartano in una camera da letto, Sid si confida con il ragazzo, le confessa la paura di diventare come sua madre (si dice che lei avesse molti amanti) e lui si mostra molto premuroso e comprensivo. I due finiscono col fare sesso. Gale e il vicesceriffo, mentre passeggiano nei pressi della casa di Stuart, trovano l'auto del padre di Sidney, il sospettato numero uno degli omicidi, dato che è sparito da diversi giorni e che le telefonate compiute dal killer sono state fatte con il suo cellulare.

Mentre Sidney e Billy si rivestono appare proprio l'assassino che colpisce ripetutamente il ragazzo, che si accascia sul letto. Sidney riesce a fuggire ancora una volta. Durante questa fuga trova il cadavere di Tatum. A quel punto vede il furgone della giornalista. All'interno c'è solo il cameraman. Sid gli chiede aiuto e insieme vedono sullo schermo il killer che sta per far fuori Randy, per poi rinunciare all'idea. Le immagini però vengono trasmesse in differita, infatti l'assassino è già nei pressi del furgone. Il cameraman viene colpito alla gola e muore subito, mentre Sidney scappa di nuovo. Gale ritorna al furgone ma lo trova incustodito. Calpesta del sangue, si spaventa. Decide quindi di scappare proprio a bordo del mezzo. Durante il tragitto si accorge che il cameraman è sul tetto del furgone, morto. È terrorizzata. Improvvisamente si ritrova davanti Sid che urla agitando le braccia e le chiede di fermarsi. Per non travolgerla ha un incidente.

Sidney ritorna indietro verso casa di Stuart e qui, sulla porta, trova Linus, che la chiama e dopo pochi istanti si accascia al suolo. Si scopre che ha un coltello conficcato nella schiena. La ragazza vede una macchina e ci sale dentro, cerca le chiavi che però sono nelle mani dell'assassino che cerca di nuovo di aggredirla. Sidney fugge verso la casa e mentre lo fa Stuart e Randy la chiamano, si avvicinano a lei, accusandosi a vicenda di essere il killer. Sid entra in casa, lasciando fuori entrambi.

Con grande stupore di Sidney, Billy esce fuori dalla stanza dove si trovava e cade giù dalle scale. È solo ferito. Sidney gli dà la pistola per sicurezza. Billy apre la porta e Randy si precipita dentro casa, dicendo che Stuart è impazzito; Billy gli spara. Leccandosi il dito il ragazzo rivela alla sua fidanzata che il sangue è in realtà sciroppo. Sid comincia a correre ma viene bloccata da Stuart che si rivolge a lei tenendo in mano un apparecchio che serve per alterare la voce. Si scopre quindi la verità: gli assassini sono in realtà due, Billy e Stuart, ed è per questo che nonostante Billy fosse in galera il killer era in circolazione. Loro, un anno prima, hanno ucciso la madre di Sid, amante del padre di Billy. La madre del ragazzo, scoperta la relazione, se n'è andata via di casa, abbandonandolo. Il loro piano è questo: vogliono che sia il padre di Sid ad essere incolpato di tutti gli omicidi, commessi in un raptus di follia alla vigilia dell'anniversario della morte della moglie.

Decidono di colpirsi a vicenda con i coltelli, in modo da apparire come vittime sopravvissute. La loro prossima mossa sarà quella di uccidere Sid e simulare il suicidio di suo padre, che loro avevano rapito e di cui avevano clonato il cellulare. L'intervento di Gale, che non è morta, li distrae. La giornalista li minaccia con una pistola ma non riesce a sparare per via della sicura, Billy la aggredisce. Sid nel mentre si nasconde e chiama a casa di Stuart con un cellulare. È molto provocatoria, infatti Billy si infuria e la cerca per casa, lei esce quindi allo scoperto e lo colpisce con un ombrello. Stuart le salta addosso ma lei riesce a liberarsi della sua presa e lo uccide per autodifesa. La ragazza soccorre Randy che si è ripreso. Billy la attacca di nuovo ma stavolta Gale, che ha ripreso conoscenza, toglie la sicura alla pistola e centra il bersaglio. Sid, Gale e Randy guardano Billy steso per terra. Lui si riprende per un istante. Questa volta è Sidney ad ucciderlo definitivamente sparandogli sulla fronte. I tre sopravvisuti liberano il padre di Sidney. Il film si conclude con Gale che fa un servizio sull'accaduto. Prima dei titoli di coda si vede per pochi istanti una sequenza con il killer; questo fa presagire un sequel del film (Scream 2).

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale