FANDOM


Week-end di terrore
Venerdì 13-3.jpg
Una scena del film
Titolo originale: Friday the 13th Part 3
Lingua originale: inglese
Paese: Stati Uniti d'America
Anno: 1982
Durata: 95 min
Colore: colore
Audio: sonoro
Rapporto: 2.35 : 1
Genere: horror
Regia: Steve Miner
Soggetto: Victor Miller
Sceneggiatura: Martin Kitrosser e Carol Watson
Produttore: Lisa Barsamian e Frank Mancuso Jr.
Produttore esecutivo: Lisa Barsamian
Produttore associato: {{{produttoreassociato}}}
Casa di produzione: Paramount Pictures, Georgetown Productions Inc. e Jason Productions
Distribuzione (Italia): {{{distribuzioneitalia}}}
Storyboard: {{{nomestoryboard}}}
Art director: {{{nomeartdirector}}}
Character design: {{{nomecharacterdesign}}}
Mecha design: {{{nomemechadesign}}}
Animatori: {{{nomeanimatore}}}
  • Dana Kimmell: Chris
  • Paul Kratka: Rick
  • Richard Brooker: Jason
  • Anne Gaybis: Cashier
  • Nick Savage: Ali
  • Rachel Howard: Chili
  • David Katims: Chuck
  • Larry Zerner: Shelly
  • Tracie Savage: Debbie
  • Jeffrey Rogers: Andy
  • Catherine Parks: Vera
  • Kevin O'Brien: Loco
  • Gloria Charles: Fox
  • Cheri Maugans: Edna
  • Steve Susskind: Harold
  • David Wiley: Abel
  • Perla Walter: Signora Sanchez
  • Charlie Messenger: State Trooper #1
  • Terry Ballard: State Trooper #2
  • Terence McCorry: State Trooper #3
  • Gianni Standaart: Newswoman
  • Amy Steel: Ginny Field (archivio fotografico)
  • John Furey: Paul Holt (archivio fotografico)
  • Betsy Palmer: Mrs. Pamela Voorhees (archivio fotografico)
  • Steve Dash: Jason (archivio fotografico) (non accreditato)
  • Steve Miner: Newscaster (voce) (non accreditato)
  • Marilyn Poucher: Corpo di Mrs. Voorhees (non accreditata)
{{{nomedoppiatorioriginali}}}
  • Cinzia De Carolis: Chris
  • Claudio Capone: Rick
  • Mario Cordova: Chuck
  • Cristiana Lionello: Debbie
Episodi:
Fotografia: Gerald Feil
Montaggio: George Hively
Effetti speciali: Martin Becker
Musiche: Harry Manfredini e Michael Zager
Tema musicale: {{{temamusicale}}}
Scenografia: Robb Wilson King
Costumi: Sandi Love
Trucco: Shanon Ely e Cheri Minns
Sfondi: {{{nomesfondo}}}
{{{nomepremi}}}
Prequel: {{{nomeprequel}}}
Sequel: Venerdì 13: capitolo finale
Si invita a seguire le linee guida del Progetto Film



Week-end di terrore, anche noto come Venerdì 13: weekend di terrore è il terzo film della saga cinematografica slasher di Venerdì 13.

Il film, realizzato nel 1982 con la regia di Steve Miner, è molto famoso nell'ambito del cinema horror perché per la prima volta Jason Voorhees indossa la famosissima maschera da hockey.

Trama Modifica

La storia comincia un giorno dopo gli eventi di L'assassino ti siede accanto. Jason Voorhees è sopravvissuto all'attacco avvenuto per mano di Paul e Ginny, e dopo aver lasciato la sua baracca si reca in paese a cercare vestiti. Entrato in un negozio, Jason uccide Edna e il marito Harold, i due proprietari.

Una ragazza di nome Chris, che è stata attaccata da un uomo misterioso nel besco vicino Crystal Lake due anni prima, decide di recarsi, insieme agli amici Debbie, Andy, Shelly, Vera, Chuck e Chili, nella sua casa di campagna situata vicino al lago per passare un week-end in tranquillità. Durante il viaggio, essi vengono fermati da Abel, un anziano fanatico religioso che li avverte di non proseguire con il loro viaggio.Chris e gli amici, incuranti dell'avviso dell'uomo, proseguono per la loro strada. Giunta a destinazione, Chris vi trova il fidanzato Rick, che la stava aspettando. Chris è intenzionata ad affrontare le sue paura, ma nè lei nè i suoi amici sanno che Jason ha trovato rifugio nel suo granaio. Un gruppo di motociclisti che si avventurano da quelle parti, sono i primi ad essere sterminati dalla furia di Jason.

Durante la notte, mentre Rick e Chris sono via, Shelly decide di fare uno scherzo a Chuck e Chili e si reca a cercarli nel granaio. Qui, Jason uccide la ragazza tagliandole la gola e le prende la sua maschera da hockey. Ora, con una maschera per coprire il volto deforme, egli può procedere all'eliminare il resto dei giovani. Poco dopo è Vera ad essere brutalmente assassinata da Jason. 

Debbie fa una doccia e il suo fidanzato, Andy, le chiede se vuole una birra. Andy esce in cerca di qualche bottiglia di birra per lui e Debbie, ma viene tagliato in due dal machete di Jason. Quando Debbie esce di casa, trova il corpo del ragazzo, ma prima che possa fare qualcosa viene anch'essa uccisa da Jason.

Le luci si spengono e Chili chiede a Chuck di andare in cantina a controllare la corrente.  Chuck entra in cantina, ma viene fulminato da Jason. Shelly, ancora viva nonostante la gola tagliata, entra in cucina e vi muore al suo interno. Chili pensa che Shelly stia solamente recitando e quando si accorge che la ragazza è veramente morta, è ormai tardi anche per lui. Viene infatti impalato con un attizzatoio bollente da Jason.

Quando Chris e Rick ritornano, trovano il luogo deserto. Rick viene ucciso da Jason, ma Chris riesce a scappargli e a rifugiarsi nel fienile. Qui, la ragazza crede di aver ucciso Jason impiccandolo; in realtà l'assassino si è salvato e dopo essersi levato la maschera, viene riconosciuto dalla ragazza come il suo aggressore di due anni prima. Mentre Jason sta per avventarsi sulla ragazza, giunge sul luogo Ali, l'unico motociclista sopravvissuto, il quale ingaggia una furiosa lotta contro l'assassino. Mentre Jason uccide il giovane, Chris si arma di un'ascia e lo colpisce alla testa, apparentemente uccidendolo.

Chris si rifugia poi all'interno di una canoa che va alla deriva sul lago e si addormenta. Al mattino, Chris si sveglia trovandosi davanti a Jason e, mentre tenta di fuggire, viene catturata e portata in fonda al lago dal corpo decomposto di Pamela Voorhees. In realtà è stato solo un incubo. Poco più tardi giunge sul luogo la polizia che porta via Chris ormai mentalmente disturbata.Nel fienile lì accanto è presente il corpo di Jason.

Note Modifica

Questo è l'unico film dove non viene pronunciato il nome di Jason (escludendo i pezzi tratti dal secondo capitolo della saga).

Un finale alternativo vedeva Ali sopravvivere: Chris apre la porta per trovare Jason, ma viene spaventata da Ali. Entrambi scappano. Poco dopo arrivano i paramedici ma non trovano il corpo di Jason.

Un altro finale alternativo vedeva Jason decapitare Chris. Sembra, comunque, che questo non fu mai girato e appariva soltanto in alcune foto del dietro le quinte e in una delle due versioni romanzate.

Le seguenti scene furono tagliate perché considerate troppo violente o non necessarie:

  • La scena della morte di Andy mostrava la sua gamba destra e lo stomaco che venivano asportati.
  • La morte di Vera era più lunga, includeva più sangue e una sua reazione. Venne tolta perché considerata troppo realistica.
  • Un finale alternativo dove Chris viene uccisa da Jason. Invece di essere attaccata in acqua dalla madre, Chris colpisce in testa con un'accetta Jason e si riposa in una canoa. Si sveglia all'alba e torna nella cabina dove aveva colpito Jason. Quando apre la porta trova Jason con l'accetta conficcata in testa che la prende per i capelli e le taglia la testa di netto. Questo finale fu tagliato perché considerato troppo negativo.
  • La morte di Edna fu tagliata perché conteneva troppo sangue.
  • L'impalamento di Chili fu tagliato. Nella prima versione veniva fatto vedere insieme ad uno spruzzo di sangue.
  • La morte di Debbie mostrava un getto di sangue attraverso la sua metà superiore.

Il film è noto anche con il titolo Weekend di terrore.

Il film uscì nei cinema venerdì 13 agosto 1982.

Il film incassò 36,2 milioni di dollari.

Il film è il secondo nella serie, insieme al capostipite Venerdì 13, a essere vietato ai minori di 18 anni.

Venne realizzato in 3D ma questa versione è disponibile soltanto in Giappone.

Locandina Modifica

Weekend di terrore locandina.jpg

La locandina del film

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale